Jack Dorsey difende il divieto di Twitter Trump, poi si entusiasma per bitcoin

Il divieto riflette l’incapacità di Twitter di „promuovere una sana conversazione“.

Testimonianza a distanza dell’amministratore delegato del settore tecnico davanti alla magistratura del Senato
L’amministratore delegato di Twitter Jack Dorsey, in una serie di Tweets, ha spiegato di aver ritenuto che vietare l’account del presidente americano Donald Trump fosse la mossa giusta per il social network. „Il danno offline come risultato di un discorso online è palesemente reale, e ciò che guida la nostra politica e la nostra applicazione soprattutto“, ha scritto.

Dorsey ha dato la colpa al fallimento di Twitter „nel promuovere una conversazione sana“, ha riconosciuto che Twitter deve „guardare con occhio critico alle incoerenze della nostra politica e della sua applicazione“, e ha detto che le piattaforme sociali hanno bisogno di più trasparenza intorno alla moderazione.

Poi, Dorsey si è impegnato a costruire uno standard decentralizzato per i social media che ha iniziato nel 2019, quando ha cercato di assumere cinque ingegneri per lavorarci. È così che, otto tweet in un thread sul motivo per cui la sua azienda ha bandito Donald Trump, l’amministratore delegato di Twitter, è riuscito a cambiare il soggetto alla sua passione per il bitcoin.

Il motivo per cui ho così tanta passione per #Bitcoin è in gran parte dovuto al modello che dimostra: una tecnologia internet fondamentale che non è controllata o influenzata da nessun singolo individuo o entità. Questo è ciò che internet vuole essere, e nel tempo lo sarà ancora di più.
– jack (@jack) 14 gennaio 2021

Cinque giorni fa, Twitter ha vietato definitivamente l’account di Trump „a causa del rischio di ulteriori incitamenti alla violenza“, ha detto la società in un comunicato. Il divieto è stato installato due giorni dopo che il presidente ha incitato una folla che ha fatto irruzione nel Campidoglio degli Stati Uniti per disturbare il Congresso, che stava certificando la vittoria elettorale di Joe Biden. Quando Twitter lo ha bandito, hanno detto che due dei suoi tweet hanno incitato alla violenza. Anche Trump è stato bandito a tempo indeterminato da Facebook quel giorno. Ieri YouTube ha sospeso il suo account. Oggi, il presidente è stato bandito anche da Snapchat.

La messa al bando dell’account Twitter RealDonaldTrump ha avuto „ramificazioni reali e significative“, ha scritto Dorsey.

Dorsey ha detto che la diffusa sospensione del presidente da parte di molte piattaforme ha messo in discussione l’idea che se alle persone non piacciono le regole di Twitter, possono semplicemente andare da qualche altra parte. E anche se il presidente può rilasciare un comunicato stampa o convocare una conferenza stampa ogni volta che vuole – o semplicemente andare in televisione – Dorsey ha espresso la preoccupazione che le azioni esecutive possano „erodere un internet globale libero e aperto“.

Ed è stato allora che è saltato fuori Bitcoin. Dorsey è anche CEO di Square, una società di pagamenti su internet, che ha acquistato 50 milioni di dollari di bitcoin come parte di una scommessa su una valuta criptata. Square ha accettato il bitcoin dal 2014. Secondo Dorsey, il bitcoin fornisce un modello per un modello decentralizzato per i social media. Dorsey non ha approfondito il modo in cui un tale network potrebbe affrontare i fallimenti di Twitter con moderazione, creando conversazioni sane, o fornire un’applicazione più coerente delle politiche.

„È importante riconoscere che questo è un momento di grande incertezza e di lotta per tanti in tutto il mondo“, ha scritto Dorsey su Twitter. „Il nostro obiettivo in questo momento è quello di disarmare il più possibile, e garantire che tutti noi stiamo costruendo verso una maggiore comprensione comune e un’esistenza più pacifica sulla terra“. Credo che internet e la conversazione pubblica globale siano il nostro metodo migliore e più rilevante per raggiungere questo obiettivo“.

Sebbene Jack Dorsey abbia proposto per la prima volta lo standard decentralizzato dei social media che definisce „bluesky“ nel dicembre 2019, oggi ha scritto che Twitter è ancora „in fase di colloqui e di assunzione“.

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.